Close

CONSULTAZIONE | L’ARMA DEL PARRUCCHIERE DI SUCCESSO | PRIMA PARTE: L’INTUIZIONE

 

La consultazione, sconosciuta per molti, importantissima per altri è l’arma vincente di ogni parrucchiere di successo!

 

Perché la consultazione è così importante?

Come si fa una buona consultazione?

Perché tutti noi parrucchieri dovremmo avere la buona abitudine di dedicare almeno 5 minuti alla consultazione?

 

Il parrucchiere è un’arte e non un mestiere, si sa’, ma anche l’arte ha dei vincoli, dei canoni da rispettare, e per noi parrucchieri il vincolo maggiore è quello della volontà del cliente e spesso la causa principale degli errori che si vedono nei saloni di bellezza è proprio la mancata comprensione tra cliente e parrucchiere, questo perché i clienti, non essendo esperti del settore (ovviamente!), non riescono ad esprimere al meglio  la loro idea e a valutare quale taglio o colore sia più adatto a loro…..e cosa fa il parrucchiere in questo caso? Va per la sua strada!

Non ascoltare la volontà della cliente e improvvisare lavori secondo il proprio gusto è il primo passo verso l’insuccesso o, nella migliore delle ipotesi, un risultato mediocre.

 

Come si dovrebbe comportare un parrucchiere davanti ad un cliente confuso e/o incapace di esprimere al meglio la sua idea?

 

Ovvio, ascoltando!

 

Sembra scontato ma, purtroppo, non è assolutamente cosi.

Sono molti gli Hair Styilists che iniziano a metter mano ai capelli senza aver fatto almeno una “chiacchierata” di 5 minuti con la propria cliente, DURANTE LA QUALE SI PARLA DI CAPELLI E NON DEL PIÙ O DEL MENO…..

Eh sì, dobbiamo imparare ad ascoltare (e capire!) quello che le clienti vogliono e per farlo esistono delle linee guida, delle domande specifiche che ci permettono di capire esattamente cosa vuole la persona che è davanti a noi.

 

La consultazione va divisa in tre: INTUIZIONE, BIDIMENSIONE, TRIDIMENSIONE.

Sia che si parli del taglio, colore o acconciatura dobbiamo cominciare sempre dall’intuizione.

In questa fase dobbiamo cercare di capire le intenzioni del cliente, le sue abitudini, come tratta i suoi capelli ogni giorno, i prodotti che usa….alcune domande da porre in questa fase sono:

 

  • E’ qui per cambiare o per mantenere il suo look?
  • Che shampoo e balsamo usa?
  • Come effettua lo styling a casa?
  • Usa spesso piastra, ferro o altri fonti di calore? Se sì, usa un termo-protettore?
  • Da quanto tempo non cambia taglio/colore?
  • Le piace il taglio di capelli di……(un attrice che avete visto sfoggiare un nuovo taglio proprio l’altra sera in TV)?
  • C’è qualcosa che le crea difficoltà nel gestire i suoi capelli?

 

Ovviamente tutte queste domande dovranno essere contestualizzate all’interno di una conversazione tra voi e la vostra cliente, non è piacevole fare una raffica di domande come se foste tenendo un interrogatorio!

 

L’intuizione è la fase dove potete acquisire tante informazioni preziose che possono aiutarvi a capire quanto la cliente è dedita ai suoi capelli, se ha delle cattive abitudini nella gestione della sua chioma, quanto tempo/denaro è disposta a spendere su di essi, di capire se ha intenzione di cambiare o meno il suo look…etc etc .

Se la cliente ha intenzione di cambiare potrebbe essere ben contenta di considerare le vostre proposte e a quel punto potreste proporre qualche servizio aggiunto come dei colpi di sole, delle leggere schiariture, una frangia o un ciuffo. Se invece la cliente non ha intenzione di cambiare limitatevi ad eseguire il servizio di mantenimento senza fare proposta alcuna, potrebbe passare il messaggio che vogliate vendere a tutti i costi!

 

La consultazione non deve essere fatta necessariamente con la cliente seduta in postazione (consigliabile qual ora fosse una nuova cliente), vi auguro di avere un grande numero di nuovi clienti in salone tutti i giorni, ma ricordo che nella routine quotidiana sarete a contatto con clienti che frequentano abitualmente il vostro salone per la maggior parte del tempo, quindi cercate di porre queste domande in un contesto amichevole tra voi e la cliente, magari mentre sta facendo lo shampoo, oppure mentre state effettuando il servizio stesso, se è una cliente abituale vuol dire che ha vi ha già dato fiducia e quindi anche se non riuscirete a proporre qualcosa oggi potete sempre farlo la prossima volta, e se cosi non fosse, ci avete guadagnato in professionalità!

E’ molto importante non perdere mai la propria professionalità anche davanti ai clienti che conoscete ormai da tempo, ricordate che state lavorando.

 

Un’altra cosa da fare assolutamente durante questa fase della consultazione è DARE CONSIGLI, quando la vostra cliente vi dice che prodotti usa, come effettua lo styling dei suoi capelli oppure espone dei problemi che riscontra nella routine di tutti i giorni, voi dovete essere pronti a dare delle soluzioni, ricordate che voi siete gli esperti e quale miglior consiglio che quello dato direttamente da un esperto del settore?

 

Usate l’intuizione come lo strumento primario per approcciare ogni cliente, nuovo o datato che sia, facendo una serie di domande potete acquisire delle informazioni preziose che possono darvi lo spunto che cercate per proporre qualcosa di nuovo e stimolante per voi e per la vostra cliente, non abbiate paura di proporre, in fin dei conti voi avete passione per il vostro lavoro…giusto? Quindi fatelo con passione e cercate di trasmettere il vostro entusiasmo anche a chi vi sta vicino!

 

Cosi concludiamo la prima parte di questo articolo, ci vediamo la prossima settimana con la seconda parte: LA BIDIMENSIONE.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *